Discover Venezuela



Muoversi in Venezuela
Cultura
Cibi e bevande
Festività nazionali
Previsioni metereologiche
Popolazione
Link utili:
Informazioni aggiornate dal Ministero degli Esteri Italiano
Richiedi info
Altre aree:

INSERISCI LA TUA AGENZIA DI VIAGGI SU QUESTO SITO
 
SPONSOR:
Tuscany Villas
Agenzia Immobiliare Forte dei Marmi
Tuscany-charming
Subweb Consulting Internet Solutions
Tour India With Driver
Locanda Podere il Riposo


Criminalità in Venezuela

Zone a rischio
Vaste zone delle principali città (barrios o ranchitos) sono soggette a frequenti atti di micro-criminalità. Si sconsiglia vivamente di accedervi. "Barrios" particolarmente pericolosi sono presenti anche nella capitale Caracas.

Tutte le zone di frontiera con la Colombia, ed in particolare gli Stati di Apure, Tachira e Zulia sono interessati da preoccupanti fenomeni di criminalità e terrorismo legati spesso al narcotraffico organizzato. Diffuso è il sequestro di persona a scopo di estorsione.

Zone di cautela
Nei quartieri cittadini degradati si corre il rischio di subire aggressioni a scopo di rapina.
Particolare attenzione a Caracas e all'aeroporto di Caracas.

Zone sicure
La maggior parte delle località ad alta affluenza turistica (arcipelaghi caraibici od accampamenti nella zona amazzonica) non presentano particolari rischi, sempre a condizione che il visitatore si adegui alla normativa locale e a norme comportamentali suggerite anche dalle stesse agenzie turistiche.

Avvertenze
Consigli di comportamento:

In generale si sconsiglia vivamente di fare mostra di oggetti di valore (occhiali di marca, e soprattutto orologi e gioielli) e di indossare abiti che possano attirare l'attenzione dei malintenzionati. Anche l'esibizione di macchine fotografiche o videocamere può attirare la curiosità della delinquenza comune. Particolare attenzione deve essere riposta nella custodia dei documenti personali.

Mentre il turista isolato è ovviamente più esposto ai pericoli sopra segnalati, più sicuri appaiono invece i viaggi organizzati da agenzie turistiche di provata serietà . A tal proposito si segnala che si sono già verificati incidenti a danno di turisti che hanno intrapreso escursioni in barca lungo il fiume Orinoco o i suoi affluenti, provocati, più che dalla fatalità, dall'inesperienza del personale addetto al pilotaggio delle barche a motore reclutato da agenzie turistiche poco affidabili.

Per chi volesse viaggiare servendosi di automezzi privati, si rammenta che il manto stradale della rete viaria locale è spesso irregolare e presenta vistose buche che mettono in pericolo la sicurezza del transito.

Si raccomanda vivamente ai visitatori che volessero intraprendere escursioni aeree, in particolare sugli arcipelaghi prospicienti le coste venezuelane, di rivolgersi a compagnie di provata affidabilità. Va ricordato, a tale proposito, che i velivoli ad uso turistico, specie se di ridotte dimensioni, sono non infrequentemente coinvolti in incidenti provocati anche dalla scarsa manutenzione.

Si fa presente che nella stagione estiva (da giugno ad ottobre ed in alcuni casi fino a novembre) possono verificarsi fenomeni ciclonici (uragani, cicloni, tempeste tropicali, ecc…) anche a latitudini più basse delle usuali. Ai viaggiatori ed in particolare ai velisti e croceristi che intendano recarsi nelle zone caraibiche si suggerisce, per avere informazioni aggiornate, di consultare le previsioni meteorologiche della zona, visitando direttamente il sito web (www.nhc.noaa.gov) del Tropical Prediction Center di Miami nonché di seguire i comunicati delle locali capitanerie portuali.

Normativa:
La legislazione locale considera reati il possesso ed il traffico di sostanze stupefacenti, passibili di pene detentive che variano, secondo i casi, da due a venti anni. Sono stati segnalati rari casi di turisti italiani, trovati in possesso di minime quantità di droga, espulsi dal Venezuela (senza incorrere in giudizio) ma dopo aver trascorso un periodo di reclusione di alcune settimane (presso stazioni di polizia). I detentori di piccole quantitá di sostanze stupefacenti possono essere incriminati con l'accusa di traffico internazionale, in quanto la nozione tecnica di "modica quantitá" di droga non esiste nell'ordinamento locale. Pertanto, una volta avviato un procedimento giudiziario, si può incorrerre in severissime pene detentive.

Particolarmente difficili sono le condizioni delle strutture carcerarie che soffrono di disfunzioni di ogni genere, dove si possono registrare episodi di violazioni di diritti fondamentali.

Si rammenta che il codice penale prevede che le violenze sessuali consumate a danno di minori di 12 anni siano punite con pene detentive dai 5 ai 12 anni, mentre gli atti lascivi con pene dai 6 mesi a 5 anni. In ogni caso per gli atti carnali o lascivi consumati con minori dai 12 ai 16 anni è prevista la reclusione dai 6 mesi a 3 anni. L'oltraggio al pudore commesso in luoghi pubblici o aperti al pubblico comporta pene detentive dai 3 a 15 mesi, mentre il favoreggiamento della prostituzione prevede la reclusione da 1 a 6 anni.